Skip to content

È stato un anno importante per OCEM che ha visto tornare a crescere il fatturato, dopo il COVID. Quello del 2023 è stato il miglior risultato degli ultimi 7 anni, un risultato di cui siamo indubbiamente fieri

Ugo Giannelli, CEO di OCEM, racconta l’anno che si è appena chiuso e delinea le prospettive di sviluppo della sua azienda. Lo fa in una chiacchierata approfondita ma informale, in una mattina di dicembre, durante una passeggiata che dalla sede centrale dell’azienda lo porta nel cuore di Firenze, la città che da sempre la ospita. Abbiamo parlato di: il mercato e le sue variazioni, i fenomeni più evidenti e quelli da prevedere, la maturazione e la crescita di un settore che vede OCEM, da decenni, recitare un ruolo di primissimo piano nel panorama mondiale.
Sfide da affrontare e nuovi obiettivi da raggiungere sono i presupposti per proseguire il viaggio che porta il know-how italiano di OCEM in tutti i cinque continenti.

Ingegnere, ci può commentare l’anno 2023 di OCEM?
E’ stato un anno importante per OCEM che ha finalmente visto tornare a crescere il fatturato che era rimasto pressoché stabile dopo il COVID. Quello del 2023 è stato il miglior risultato degli ultimi 7 anni e ne siamo indubbiamente fieri.

Quali aspetti hanno caratterizzato l’anno che si è appena concluso?
Nel nostro mondo ci sono stati molti cambiamenti che riassumo in due fenomeni per me fondamentali: il crollo dei prodotti a base resina per le note vicende legate alla salute e la saturazione del mercato per i prodotti ceramici. Questi due eventi, uniti ad altri meno importanti, hanno dato una nuova vita al cemento e ai prodotti ad esso correlati tra cui le mattonelle e le lastre che si producono proprio con i nostri impianti.

Parlando di futuro, come vede il mercato nel 2024?
Con molto ottimismo. Ad oggi abbiamo già ordini per oltre 6 Milioni di Euro, diversificati per area geografica e per prodotto.

Geograficamente, quali sono le aree che mostrano maggiore vitalità?
Sicuramente Europa e Medio Oriente ma anche America Latina e Asia in generale. Comunque si nota fermento a livello mondiale.

Da un punto di vista di prodotto invece, cosa avete notato: quali sono le richieste più frequenti e come è cambiata, se è cambiata, la domanda?
Senza dimenticare le produzioni standard, i trend sono senza alcun dubbio i grandi formati, le mattonelle monostrato e poi sabbiatura, spazzolatura e coating sia per mattonelle che per pavers.

Come si è mossa OCEM negli ultimi dodici mesi? Quali dinamiche di sviluppo sono state intraprese?
Abbiamo rafforzato la nostra struttura tecnica e abbiamo consolidato la vocazione impiantistica. OCEM ha definitivamente abbandonato le vesti del solo produttore di presse per assumere, sempre di più, la leadership nello studio, realizzazione e installazione di impianti completi chiavi in mano, personalizzati e dedicati alle crescenti esigenze tecniche della nostra clientela mondiale.

Parlando di futuro, come vede il mercato nel 2024?
Con molto ottimismo. Ad oggi abbiamo già ordini per oltre 6 Milioni di Euro, diversificati per area geografica e per prodotto.

OCEM come si prepara ad affrontare il nuovo anno?
Essenzialmente con tre attività: ampliamento dell’organico nei ruoli e nei reparti chiave, sviluppo delle competenze interne ed estensione della rete commerciale. Con orgoglio posso dire che ogni anno riduciamo l’età media dei nostri dipendenti, questo significa che l’azienda non è mai ferma, ma si rinnova.

Se dovesse indicarci tre frasi chiave intorno alle quali si giocherà la crescita dell’azienda, quali sarebbero?
Innanzitutto direi: “dalla pressa all’impianto completo e personalizzato”. Ciò significa maggiore impegno e know-how da parte del nostro team tecnico per rispondere alle nuove e diverse esigenze del mercato. Poi direi: “dalla mattonella alla grande lastra” come vero e proprio fenomeno di variazione della domanda e, correlato a questo, “dalla mattonella al VAP (Value Added Products)”. Infine vorrei aggiungerne una quarta: ”la crescente richiesta di supporto, consulenza e post-vendita” ossia passare dalla singola macchina al progetto chiavi in mano, affiancandolo ad un efficace servizio al cliente. Non a caso, da tempo, abbiamo investito su quest’ultimo aspetto. I clienti OCEM possono contare su una continua e professionale assistenza commerciale e tecnica.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Comments are closed for this article!

On Key

Post correlati

OCEM & SECOIN

Una storia di amicizia e collaborazione duratura: OCEM e SECOIN     Dal 1997, la partnership tra OCEM, azienda produttrice di macchinari per la produzione

Please, fill the form below to download the Complete Catalogue OCEM

Please, fill the form below to download the technical brochure with all technical information of the machine